NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Frasi celebri

Frasi celebri

Citazioni, frasi, frasi di film, proverbi, massime, detti, sentenze, motti, adagi, aforismi, insomma una breve frase che condensa - similmente alle antiche locuzioni latine - un principio specifico o un più generale sapere filosofico o morale.

"Una verità detta in poche parole; epperò detta in modo da stupire più di una menzogna."

(Giovanni Papini, Dizionario dell'Omo Selvatico)

Le più belle, le più spiritose, le più curiose, le più strane, le più vere di tutti i tempi, le trovate quotidianamente qui.

La foto è di quelle in bianco e nero con acquarello capelli da psicologo a corona fronte alta vuota basettoni qui è già anziano

Arthur Schopenhauer

(Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860)
Arthur Schopenhauer è stato un filosofo tedesco, uno dei maggiori pensatori del XIX secolo. Approfondimento su Wikipedia...

Aforismi di Arthur Schopenhauer

  • Per sapere quanta felicità una persona può ricevere nella vita, basta sapere quanta è capace di darne.
  • La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.
  • Di fronte agli sciocchi e agli imbecilli esiste un modo solo per rivelare la propria intelligenza: quello di non parlare con loro.
  • La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia.
  • Chi non ama la solitudine non ama neppure la libertà, perché si è liberi unicamente quando si è soli.
  • Chi è amico di tutti non è amico di nessuno.
  • Chi non ama le donne il vino e il canto, è solo un matto non un santo.
  • La vita è come una stoffa ricamata della quale ciascuno nella propria metà dell'esistenza può osservare il diritto, nella seconda invece il rovescio: quest'ultimo non è così bello, ma più istruttivo, perché ci fa vedere l'intreccio dei fili.
  • Solo la luce che uno accende a se stesso, risplende in seguito anche per gli altri.
  • In genere è consigliabile palesare la propria intelligenza con quello che si tace piuttosto che con quello che si dice. La prima alternativa è saggezza, la seconda è vanità.
  • Genio e follia hanno qualcosa in comune: entrambi vivono in un mondo diverso da quello che esiste per gli altri.

Charlie Chaplin

Nato Sir Charles Spencer Chaplin
(Londra, 16 aprile 1889 – Corsier-sur-Vevey, 25 dicembre 1977)
E' stato un attore, regista, sceneggiatore, comico, compositore e produttore britannico,
autore di oltre novanta film e tra i più importanti e influenti cineasti del XX secolo.


 

  • La giovinezza sarebbe un periodo più bello se solo arrivasse un po' più tardi nella vita.
  • Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.
  • Credo nel potere del riso e delle lacrime come antidoto all'odio e al terrore.
  • Il successo rende simpatici.
  • Tutto quello che mi serve per creare una comica è un parco, un poliziotto e una bella ragazza.
  • Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un'opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca priva di applausi.
  • Non troverai mai arcobaleni se guardi in basso.
  • È veramente bello battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione. 
  • Perdere con classe e vincere osando, perché il mondo appartiene a chi osa!
  • La vita è troppo bella per essere insignificante.

Il cliente dell'avvocato di solito non è un angelo 

Il cliente del medico lo può diventare! 

Un diplomatico
è un uomo che si ricorda sempre
del compleanno di una donna

ma non si ricorda mai della sua età.


A che serve avere le mani pulite

se si tengono in tasca?

Il segreto del mio lungo matrimonio?
Andiamo al ristorante due volte a settimana;
ceniamo al lume di candela,
musica romantica e qualche passo di danza...
Lei ci va il martedì ed io il venerdì.

Bisacce
Giove ce ne ha messe addosso due:
quella piena dei nostri vizi
ce l'ha posta dietro le spalle,
quella pesante dei vizi altrui
ce l'ha appesa davanti, sul petto.
Per questo motivo
non possiamo vedere i nostri difetti,
ma non appena gli altri sbagliano,
diventiamo censori

La virtù
del sacrificio e dell'amore


non ha limiti
 nel cuore della donna. 

Beato colui che non si aspetta nulla,

perché non sarà mai deluso.

in questa vecchia foto, il personaggio un uomo prosperoso con enormi baffoni stempiato capelli lungi sulle orecchie

Gustave Flaubert

(Rouen, 12 dicembre 1821 – Croisset, 8 maggio 1880)
Gustave Flaubert è stato uno scrittore francese, conosciuto soprattutto per essere l'autore del romanzo Madame Bovary.

Aforismi e Citazioni di Gustave Flaubert

  • Non leggete per divertirvi, come fanno i bambini, o per istruirvi, come ambiziosi. No, leggete per vivere!
  • Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra: si dona.
  • Tre cose occorrono per essere felici: essere imbecilli, essere egoisti e avere una buona salute; ma se vi manca la prima, tutto è finito.
  • L'avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge.
  • Esistono cammini senza viaggiatori. Ma vi sono ancor più viaggiatori che non hanno i loro sentieri.
  • L'orgoglio è una bestia feroce che vive nelle caverne e nei deserti; la vanità invece, come un pappagallo, salta di ramo in ramo e chiacchiera in piena luce.
  • Il successo è una conseguenza, non un obiettivo.
  • Non c'è nulla di così umiliante come vedere gli sciocchi riuscire nelle imprese in cui noi siamo falliti.
  • Quando si guarda la verità solo di profilo oppure di tre quarti la si vede sempre male. Sono pochi quelli che sanno guardarla in faccia.
  • Gli affetti profondi somigliano alle donne oneste. Hanno paura di essere scoperte e passano nella vita con gli occhi bassi.
  • Si fa della critica quando non si può fare dell'arte, nello stesso modo che si diventa spia quando non si può fare il soldato.
  • Un linguaggio diverso è una diversa visione della vita.
  • La vanità è alla base di tutto, anche la coscienza non è altro che vanità interiore.
  • L'autore nel suo libro deve essere come Dio nel suo universo, dovunque presente e in nessun luogo visibile.
  • Il vero problema dello scrivere non è tanto di sapere ciò che dobbiamo mettere nella pagina, ma ciò che da questa dobbiamo togliere.
  • Perché voler essere qualcosa quando si può essere qualcuno?
  • Ritengo una delle fortune della mia vita il fatto di non scrivere per i giornali. Le mie tasche ci rimettono, ma la mia coscienza è soddisfatta.
Pagina 1 di 83

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi461
Ieri773
Settimana Scorsa5154
Mese Scorso23924
Da Gennaio 2015 (2.0)2297062

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out