NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Ecologia, Scienza & Tecnologia

Ecologia, Scienza & Tecnologia

Per scienza si intende un sistema di conoscenze, ottenute con procedimenti metodici e rigorosi e attraverso un'attività di ricerca prevalentemente organizzata, allo scopo di giungere a una descrizione, verosimile e oggettiva, della realtà e delle leggi che regolano l'occorrenza dei fenomeni.

La scienza è strettamente legata alla tecnica e alla tecnologia dal momento che le conoscenze scientifiche sono prese a prestito dalle scienze applicate per la progettazione e realizzazione di oggetti, strumenti, opere e infrastrutture; viceversa la tecnica offre alla scienza strumenti di indagine scientifica (strumenti di misura e osservazione) sempre più avanzati, che consentono l'evoluzione delle conoscenze scientifiche. Scienza e tecnica sono dunque fattori indissolubili di parte del progresso della società noto come progresso tecnico e scientifico.

In questa rubrica è un percorso interdisciplinare che ci porterà alla comprensione e la modellizzazione della natura al fine di potere prevedere e possibilmente intervenire sullo sviluppo di uno o più fenomeni. Uno dei nostri obbiettivi è sviluppare una sensibilità per i temi del rapporto scienza-società - con particolare riferimento alle nuove generazioni.

Facebook, Windows Messenger, Skype, Yahoo!, WhatsApp, sono solo alcune delle maggiori piattaforme di comunicazione digitale molto in voga sia da computer sia da smartphone e tablet.
Il problema è che spesso gli utenti conservano sul telefono e sul computer anche informazioni personali e delicate, come il numero della carta di credito, del bancomat e magari dei pin. Se un malintenzionato riesce ad entrare nel nostro sistema anche solo per sbirciare una chat vuol dire che non siamo al sicuro, almeno non quanto ci aspetteremmo.
Accade che siano le stesse aziende sviluppatrici del software a controllare alcune conversazioni per i motivi più disparati: dalla sicurezza nazionale alla pedofilia, passando per le indagini su pirati informatici e truffatori. Nella percentuale delle persone "tracciate" rientrano, per forza di cose, anche utenti normali che usano le chat per dialogare con amici e parenti, ignari di essere osservati, letti, analizzati, magari anche adesso, in questo preciso momento. Ma come vengono spiate le chat sulle principali reti internet mondiali? Ecco alcuni esempi.

di Antonino Caffo (panorama.it)

Gli utenti di internet si fidano poco di Facebook. Lo stabilisce un sondaggio del centro di ricerca Harris Interactive, secondo il quale solo un terzo dei navigatori è soddisfatto del modo in cui l'azienda di Mark Zuckerberg gestisce i dati personali dei suoi iscritti.

Il 66% invece ritiene affidabile Amazon, mentre il 41% si è espresso a favore di Google. Il sondaggio è stato realizzato su un campione di circa duemila statunitensi. I negozi di alimentari online si sono classificati in testa alle preferenze con l'81%.

Facebook less trusted with personal data than Amazon and Google, poll says. The Washington Post (in lingua inglese)

L'usabilità di Windows 8 su dispositivi che non siano il tablet o computer con schermo touch è un minus del nuovo sistema operativo di Microsoft? La domanda ricorre da tempo, da quando il colosso di Redmond ha reso disponibile la prima "preview" del software. Ed è una domanda che ha aperto come facile immaginare un dibattito ricco di pareri discordanti. Microsoft, da parte propria, è convinta del fatto che con l'interfaccia Metro si possa operare con identica produttività anche con il mouse di un pc desktop o il touch pad di un pc portatile. Il nuovo software "gira" in effetti con identiche funzionalità su qualsiasi computer, questo è certo, ma è sulle modalità d'uso dello stesso che emergono le perplessità.

Non a caso, Windows 8 nasce con l'opzione per tornare alla vecchia interfaccia e quindi alla tradizionale logica di utilizzo del computer propria anche dell'ultima versione del sistema operativo di Microsoft. 

di Gianni Rusconi - Il Sole 24 Ore

Curiosa condanna per Apple che dovrà fare pubblicità a Samsung. Una sentenza emessa dal giudice britannico Birss ha stabilito che il Galaxy Tab non è identico all’iPad e pertanto Apple deve dichiararlo pubblicamente attraverso  una campagna pubblicitaria. Il giudice ha espressamente chiesto ad Apple di acquistare dello spazio pubblicitario sui giornali inglesi e la sentenza ha stabilito inoltre che Cupertino dovrà pubblicare un avviso sul proprio sito per almeno sei mesi in cui specifica che Samsung non ha copiato il design di iPad.

Pubblicato il luglio 23rd, 2012 da  su Tecnologia.Guidone.It

Pagina 7 di 7

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi200
Ieri391
Settimana Scorsa3170
Mese Scorso22584
Da Gennaio 2015 (2.0)3097294

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out