NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Domenica, 26 Gennaio 2020 02:00

Il 26 gennaio 1917, Giuseppe Ungaretti, compone la #poesia [Mattina]

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

un'alba al mare, a destra in un montaggio il volto del poeta in controluce

Mattina

Una delle più belle e brevi poesie della letteratura. Le parole che la compongono, sono il tentativo del poeta di ricercare una nuova "armonia" con il cosmo. Il poeta ermetico Ungaretti compone il verso in Santa Maria la Longa, è il 1917 (103 anni fa) ed è un fante della 1a guerra mondiale.

Giuseppe Ungaretti

foto in bianco e nero del volto sorridente e paciocconeGiuseppe Ungaretti è stato un poeta, scrittore, traduttore e accademico italiano.
(1888 - 1970)

Mattina

M'illumino
d'immenso.

Commento

Ungaretti giunge qui all’esito estremo della sua ricerca poetica "nella sua ansia di riduzione e semplificazione, che, arrestandosi alle soglie del silenzio, cerca di raggiungere l’assoluto" (Baldi-Giusso). L’obiettivo è di comunicare l’incomunicabile, la luce violenta che proviene dalla totalità dello spazio perché il sole con i suoi raggi può coprire qualsiasi distanza. Si tratta di una pienezza sublime che ricorda l’incantevole luce del Paradiso dantesco, capace di riportare il poeta in uno stato di grazia.

Letto 613 volte Ultima modifica il Domenica, 26 Gennaio 2020 10:46
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi110
Ieri1317
Settimana Scorsa8990
Mese Scorso34238
Da Gennaio 2015 (2.0)2063651

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out