NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Il 23 giugno1868 nasce la prima macchina da scrivere moderna (qwerty)

Pensata per la prima volta dall'inventore inglese Henry Mill e brevettata nel 1714 (306 anni fa) come "macchina per imprimere caratteri singolarmente o progressivamente uno dopo l'altro, in modo così pulito ed esatto da non essere distinto dalla stampa" non ebbe successo perché molto complicata e soprattutto molto lenta da usare. Passata successivamente attraverso varie rivisitazioni prima tra tutte quella dell'inventore italiano Pietro Conti che nel 1820 (200 anni fa) pensata per essere "capace di tener dietro alle parole d'un oratore". Osteggiata sia in Italia che in Francia fu poi ripresa da dell'italiano Giuseppe Ravizza nel 1846 (174 anni fa) che realizzò un modello che presentava una tastiera simile a quella di un pianoforte con tasti neri e tasti bianchi, fatti rispettivamente di ebano e avorio, disposti in due file. Le lettere erano tutte in maiuscolo, mentre mancavano i numeri "zero" e "uno", ritenuti superflui in quanto sostituibili con le lettere "O" e "I". Anche questa volta però tutto finisce qui.

Confrontandosi con l'amico tipografo, Samuel W. Soule, Christopher Latham Sholes, direttore di un giornale di Milwaukee (Wisconsin), comprese le difficoltà del lavoro tipografico e decise di partire dalla risoluzione di queste problematiche per arrivare a uno strumento in grado di battere testi in maniera più rapida e funzionale. Partendo dalla macchina di Ravizza Sholes ebbe un'intuizione straordinaria per il successo della sua macchina. Si accorse della scarsa funzionalità della disposizione lineare in ordine alfabetico delle lettere; decise di adottare un sistema di tasti compatto e con un ordine che separava le coppie di lettere più utilizzate, facendo sì che i martelletti non si incastrassero. Denominato QWERTY (dalle prime cinque lettere della fila più in alto) questo schema fu brevettato dai due nel 1864 (156 anni fa) questo schema sarà adottato anche per i computer. La costruzione fu affidata alla Remington and Sons, una fabbrica di armi, perché richiedava leverismi, robustezza e precisione.

Nasce così la prima Typewriting machine (macchina da scrivere) che i due brevettarono nel giugno del 1868 (152 anni fa).

Video

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi544
Ieri1297
Settimana Scorsa9470
Mese Scorso38437
Da Gennaio 2015 (2.0)2071836

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out