NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Il 18 giugno 1956, il pianoforte diventa trasportabile

È della Wurlitzer, storica società specializzata negli strumenti musicali, il primo esemplare di pianoforte elettrico trasportabile. Si tratta del modello 112 che presentava delle funzioni abbastanza ridotte: una manopola per regolare il volume, un pedale sustain (per prolungare il suono di una nota) e delle gambe rimovibili.

Lanciati sul mercato il 18 giugno 1956 (64 anni fa) e prodotti fino al 1982, i pianoforti Wurlitzer entrarono nella storia della musica grazie ad artisti del calibro di John Lennon, che era solito utilizzarlo nei suoi concerti, Bob Dylan e i Doors. Caratteristico il suono prodotto dalla presenza di martelletti che battevano su lamelle metalliche.

Lungamente atteso dai professionisti del settore, perché trasportabile, ha curiosamente avuto una contro evoluzione, da più simile ai pianoforti tradizionali per peso dei tasti e pedali alle moderne tastiere di oggi, che hanno suoni puri (campionati) e persino tasti dinamici, ma hanno perso pesantezza in cambio di una estrema trasportabilità e delle ridotte dimensioni.

Negli anni successivi, l'azienda tedesco-americana concentrò la sua produzione nel settore di organi e jukebox.

Video

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi587
Ieri1297
Settimana Scorsa9470
Mese Scorso38437
Da Gennaio 2015 (2.0)2071879

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out