NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Lunedì, 20 Febbraio 2012 02:00

dal “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini [AUDIO][TESTO][MP3]

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo spartito di rossini, è molto antico

La sapienza musicale dell'autore fa sì che diventi quasi fisicamente percepibile, man mano che procede la descrizione della calunnia e dei suoi effetti, il crescendo inarrestabile della sua potenza.

La calunnia è un venticello,
un'auretta assai gentile
che insensibile, sottile,
leggermente, dolcemente,
incomincia a sussurrar.
Piano piano, terra terra,
sottovoce sibilando,
va scorrendo, va ronzando;
nelle orecchie della gente
s'introduce destramente,
e le teste ed i cervelli
fa stordire e fa gonfiar.
Dalla bocca fuori uscendo
lo schiamazzo va crescendo,
prende forza
a poco a poco,
vola già di loco in loco;
sembra il tuono, la tempesta
che nel sen della foresta
va fischiando, brontolando
e ti fa d'orror gelar.
Alla fin trabocca e scoppia,
si propaga, si raddoppia
e produce un'esplosione
come un colpo di cannone,
un tremuoto, un temporale,
un tumulto generale,
che fa l'aria rimbombar.
E il meschino calunniato,
avvilito, calpestato,
sotto il pubblico flagello
per gran sorte va a crepar.

Brano scaricabile da qui

Letto 12344 volte Ultima modifica il Giovedì, 20 Febbraio 2020 07:31

Video

http://paginecorsare.myblog.it/files/calunnia.mp3
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi634
Ieri735
Settimana Scorsa4555
Mese Scorso15865
Da Gennaio 2015 (2.0)3087987

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out